Soggiornando qui sarà ovvio iniziare le Vostre escursioni partendo dalla splendida Asolo, detta anche "Perla della Marca Trevigiana", dato che Villa Vega si trova a soli 300m dal suo centro storico.


Incastonata tra incomparabili scenari collinari, Asolo é uno straordinario nucleo storico, di origine paleoveneta che ebbe grande sviluppo in epoca romana, ricordato anche da Plinio fra le prime città fortificate (Oppida) della X° regione.

L'aspetto attuale è quello del Rinascimento: una sintesi inimitabile, di cultura, arte e paesaggio.

Qui dimorarono la celebre attrice Eleonora Duse, il poeta inglese Robert Browning, il celebre compositore Malipiero e la viaggiatrice inglese Freja Stark, nel giardino della cui villa sono venuti alla luce i resti di un Teatro romano.

Da non perdere ad Asolo sono sicuramente una visita al Castello, dimora della Regina Cornaro, figura storica che ha caratterizzato il cinquecento veneziano e che qui stabilì la sua Corte Regale, ed una visita alla misteriosa Rocca Ciclopica, la cui costruzione, secondo alcuni studi, risale all'epoca preromana.

Proseguendo si possono ammirare la Cattedrale (contiene opere del Lotto e del Bassano), il Convento di S. Luigi, il Museo civico, la chiesa quattrocentesca di S. Caterina (decorata di affreschi) ed il Convento di S. Anna, con un suggestivo cimitero aperto sulle colline. Notevoli sono anche i palazzi progettati dal Massari: Palazzo Fietta-Serena, il Palazzo Municipale, la Casa Canonica e, appena fuori le mura, la Chiesa di S.Gottardo (XIII sec.), Ca' Zen (XVI sec.) con la barchessa e la Villa Rubini - De Lord, detta il "Galero", con giardino a terrazze.

Bellissimi sono inoltre il palazzetto di Eleonora Duse, la cosiddetta Casa Longobarda (XVI sec.) e la centrale Piazza Maggiore, dove sorge una fontana alimentata dall'acquedotto romano, con la possibilità di visitarne la galleria, e si scorge la facciata scenografica di Villa Pasini. Sono interessanti infine le numerose testimonianze di affreschi che anticamente ornavano tutte le facciate del centro storico, per questo motivo si usa dire dire di Asolo, come Treviso, una "città dipinta".

 

Incantevoli sono anche i dintorni di Asolo, sia per la piacevolezza delle colline, sia per i piccoli centri come la frazione di Pagnano d'Asolo con l'interessantissimo "maglio" del XV sec. e la dimora di Giuseppe Bernardi detto "il toretto", maestro dell'insigne scultore Antonio Canova; il paese di Monfumo, ai piedi di una chiesetta dalla candida facciata o Castelcies, dove si trova l'antichissimo Oratorio di S. Martino.

 

Allontanandosi di qualche chilometro è obbligatoria la visita alla Villa Barbaro di Maser, splendido capolavoro del famoso architetto Andrea Palladio, risalente al 1560: all'interno vi sono i celebri affreschi di Paolo Veronese mentre sul retro é annesso un meraviglioso Museo di antiche carrozze. Degno di nota é anche il tempietto della Villa, sempre ad opera del Palladio, geniale re-invenzione del Pantheon classico.

 

Spostandosi per 15 Km circa in direzione Vicenza, potrete visitare il famoso Ponte degli Alpini nella città di Bassano del Grappa, sempre opera di Andrea Palladio, mentre proseguendo per circa 9 Km potrete ammirare la meravigliosa Piazza degli Scacchi di Marostica dove, nel primo week-end di settembre degli anni pari, potrete rivivere l'indimenticabile emozione di assistere alla famosa "Partita a Scacchi" a personaggi viventi, immergendovi completamente in una serata quattrocentesca, con armerie, dame, cavalieri e sbandieratori.